File: ftp.1

package info (click to toggle)
man-pages-it 2.80-3
  • links: PTS
  • area: main
  • in suites: lenny, squeeze, wheezy
  • size: 1,660 kB
  • ctags: 13
  • sloc: makefile: 109
file content (1107 lines) | stat: -rwxr-xr-x 33,451 bytes parent folder | download | duplicates (2)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136
137
138
139
140
141
142
143
144
145
146
147
148
149
150
151
152
153
154
155
156
157
158
159
160
161
162
163
164
165
166
167
168
169
170
171
172
173
174
175
176
177
178
179
180
181
182
183
184
185
186
187
188
189
190
191
192
193
194
195
196
197
198
199
200
201
202
203
204
205
206
207
208
209
210
211
212
213
214
215
216
217
218
219
220
221
222
223
224
225
226
227
228
229
230
231
232
233
234
235
236
237
238
239
240
241
242
243
244
245
246
247
248
249
250
251
252
253
254
255
256
257
258
259
260
261
262
263
264
265
266
267
268
269
270
271
272
273
274
275
276
277
278
279
280
281
282
283
284
285
286
287
288
289
290
291
292
293
294
295
296
297
298
299
300
301
302
303
304
305
306
307
308
309
310
311
312
313
314
315
316
317
318
319
320
321
322
323
324
325
326
327
328
329
330
331
332
333
334
335
336
337
338
339
340
341
342
343
344
345
346
347
348
349
350
351
352
353
354
355
356
357
358
359
360
361
362
363
364
365
366
367
368
369
370
371
372
373
374
375
376
377
378
379
380
381
382
383
384
385
386
387
388
389
390
391
392
393
394
395
396
397
398
399
400
401
402
403
404
405
406
407
408
409
410
411
412
413
414
415
416
417
418
419
420
421
422
423
424
425
426
427
428
429
430
431
432
433
434
435
436
437
438
439
440
441
442
443
444
445
446
447
448
449
450
451
452
453
454
455
456
457
458
459
460
461
462
463
464
465
466
467
468
469
470
471
472
473
474
475
476
477
478
479
480
481
482
483
484
485
486
487
488
489
490
491
492
493
494
495
496
497
498
499
500
501
502
503
504
505
506
507
508
509
510
511
512
513
514
515
516
517
518
519
520
521
522
523
524
525
526
527
528
529
530
531
532
533
534
535
536
537
538
539
540
541
542
543
544
545
546
547
548
549
550
551
552
553
554
555
556
557
558
559
560
561
562
563
564
565
566
567
568
569
570
571
572
573
574
575
576
577
578
579
580
581
582
583
584
585
586
587
588
589
590
591
592
593
594
595
596
597
598
599
600
601
602
603
604
605
606
607
608
609
610
611
612
613
614
615
616
617
618
619
620
621
622
623
624
625
626
627
628
629
630
631
632
633
634
635
636
637
638
639
640
641
642
643
644
645
646
647
648
649
650
651
652
653
654
655
656
657
658
659
660
661
662
663
664
665
666
667
668
669
670
671
672
673
674
675
676
677
678
679
680
681
682
683
684
685
686
687
688
689
690
691
692
693
694
695
696
697
698
699
700
701
702
703
704
705
706
707
708
709
710
711
712
713
714
715
716
717
718
719
720
721
722
723
724
725
726
727
728
729
730
731
732
733
734
735
736
737
738
739
740
741
742
743
744
745
746
747
748
749
750
751
752
753
754
755
756
757
758
759
760
761
762
763
764
765
766
767
768
769
770
771
772
773
774
775
776
777
778
779
780
781
782
783
784
785
786
787
788
789
790
791
792
793
794
795
796
797
798
799
800
801
802
803
804
805
806
807
808
809
810
811
812
813
814
815
816
817
818
819
820
821
822
823
824
825
826
827
828
829
830
831
832
833
834
835
836
837
838
839
840
841
842
843
844
845
846
847
848
849
850
851
852
853
854
855
856
857
858
859
860
861
862
863
864
865
866
867
868
869
870
871
872
873
874
875
876
877
878
879
880
881
882
883
884
885
886
887
888
889
890
891
892
893
894
895
896
897
898
899
900
901
902
903
904
905
906
907
908
909
910
911
912
913
914
915
916
917
918
919
920
921
922
923
924
925
926
927
928
929
930
931
932
933
934
935
936
937
938
939
940
941
942
943
944
945
946
947
948
949
950
951
952
953
954
955
956
957
958
959
960
961
962
963
964
965
966
967
968
969
970
971
972
973
974
975
976
977
978
979
980
981
982
983
984
985
986
987
988
989
990
991
992
993
994
995
996
997
998
999
1000
1001
1002
1003
1004
1005
1006
1007
1008
1009
1010
1011
1012
1013
1014
1015
1016
1017
1018
1019
1020
1021
1022
1023
1024
1025
1026
1027
1028
1029
1030
1031
1032
1033
1034
1035
1036
1037
1038
1039
1040
1041
1042
1043
1044
1045
1046
1047
1048
1049
1050
1051
1052
1053
1054
1055
1056
1057
1058
1059
1060
1061
1062
1063
1064
1065
1066
1067
1068
1069
1070
1071
1072
1073
1074
1075
1076
1077
1078
1079
1080
1081
1082
1083
1084
1085
1086
1087
1088
1089
1090
1091
1092
1093
1094
1095
1096
1097
1098
1099
1100
1101
1102
1103
1104
1105
1106
1107
.\" Copyright (c) 1985, 1989, 1990, 1993
.\"	The Regents of the University of California.  All rights reserved.
.\"
.\" Redistribution and use in source and binary forms, with or without
.\" modification, are permitted provided that the following conditions
.\" are met:
.\" 1. Redistributions of source code must retain the above copyright
.\"    notice, this list of conditions and the following disclaimer.
.\" 2. Redistributions in binary form must reproduce the above copyright
.\"    notice, this list of conditions and the following disclaimer in the
.\"    documentation and/or other materials provided with the distribution.
.\" 4. Neither the name of the University nor the names of its contributors
.\"    may be used to endorse or promote products derived from this software
.\"    without specific prior written permission.
.\"
.\" THIS SOFTWARE IS PROVIDED BY THE REGENTS AND CONTRIBUTORS ``AS IS'' AND
.\" ANY EXPRESS OR IMPLIED WARRANTIES, INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, THE
.\" IMPLIED WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE
.\" ARE DISCLAIMED.  IN NO EVENT SHALL THE REGENTS OR CONTRIBUTORS BE LIABLE
.\" FOR ANY DIRECT, INDIRECT, INCIDENTAL, SPECIAL, EXEMPLARY, OR CONSEQUENTIAL
.\" DAMAGES (INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, PROCUREMENT OF SUBSTITUTE GOODS
.\" OR SERVICES; LOSS OF USE, DATA, OR PROFITS; OR BUSINESS INTERRUPTION)
.\" HOWEVER CAUSED AND ON ANY THEORY OF LIABILITY, WHETHER IN CONTRACT, STRICT
.\" LIABILITY, OR TORT (INCLUDING NEGLIGENCE OR OTHERWISE) ARISING IN ANY WAY
.\" OUT OF THE USE OF THIS SOFTWARE, EVEN IF ADVISED OF THE POSSIBILITY OF
.\" SUCH DAMAGE.
.\"
.\" Traduzione da binutils-2.15.94.0.2.2 di Giulio Daprel� <giulio@pluto.it>
.\" aprile 2006
.\"
.\"	@(#)ftp.1	8.3 (Berkeley) 10/9/94
.\"
.Dd 9 ottobre 1994
.Dt FTP 1
.Os BSD 4.2
.Sh NOME
.Nm ftp
.Nd
.Tn ARPANET
programma di trasferimento file
.Sh SINTASSI
.Nm ftp
.Op Fl v
.Op Fl d
.Op Fl i
.Op Fl n
.Op Fl g
.Op Ar host
.Sh DESCRIZIONE
.Nm Ftp
� l'interfaccia utente verso lo standard
.Tn ARPANET
File Transfer Protocol.
Il programma permette a un utente di trasferire file da e verso
un sito di rete remoto.
.Pp
Possono essere specificate opzioni dalla linea di comando, o
all'interprete dei comandi.
.Bl -tag -width flag
.It Fl v
L'opzione verbose (prolisso) obbliga
.Nm ftp
a mostrare tutte le risposte dal server remoto, oltre a un rapporto
sulle statistiche di trasferimento dati.
.It Fl n
Impedisce a
.Nm ftp
di tentare l'\*(Lqauto-login\*(Rq alla connessione iniziale.
Se l'auto-login � abilitato,
.Nm ftp
controller� nel file
.Pa .netrc
(vedere sotto) nella home directory dell'utente una voce che descriva
un account sulla macchina remota.
Se non esiste nessuna voce,
.Nm ftp
chieder� un nome di login per la macchina remota (quello predefinito
� l'idfentit� dell'utente sulla macchina locale), e, se necessario, 
chieder� una password e un account con i quali fare il login.
.It Fl i
Disattiva l'interfaccia interattiva durante
i trasferimenti di file multipli.
.It Fl d
Abilita il debugging.
.It Fl g
Disabilita l'accorpamento dei nomi di file.
.El
.Pp
L'host del client con cui
.Nm ftp
comunica pu� essere specificato sulla linea di comando.
Se viene fatto questo
.Nm ftp
tenter� immediatamente di stabilire una connessione a un server
.Tn FTP
su questo host; altrimenti,
.Nm ftp
aprir� il suo interprete comandi e aspetter� istruzioni
dall'utente.
Quando
.Nm ftp
� in attesa di comandi dall'utente viene fornito il prompt
.Ql ftp>
all'utente.
I seguenti comandi sono riconosciuti da
.Nm ftp  :
.Bl -tag -width Fl
.It Ic \&! Op Ar comando Op Ar argomenti
Invoca una shell interattiva sulla macchina locale.
Se ci sono argomenti, il primo � preso come comando da eseguire
direttamente, con i rimanenti argomenti come suoi argomenti.
.It Ic \&$ Ar nome-macro Op Ar argomenti
Esegue la macro
.Ar nome-macro
che � stata definita con il comando
.Ic macdef .
Gli argomenti sono passati alla macro separatamente.
.It Ic account Op Ar passwd
Fornisce una password supplementare richiesta da un sistema remoto per 
accedere a risorse quando il logini viene completato con successo.
Se non � incluso nessun argomento all'utente verr� chiesta una password 
account in una modalit� di input senza eco.
.It Ic append Ar file-locale Op Ar file-remoto
Appende un file locale a un file sulla macchina remota.
Se il
.Ar file-remoto
non viene specificato, � usato il nome del file locale per il nome
del file remoto, dopo averlo alterato per eventuali settaggi
.Ic ntrans
o
.Ic nmap .
Il trasferimento file usa le impostazioni correnti per
.Ic tipo  ,
.Ic formato ,
.Ic modo  ,
e
.Ic struttura .
.It Ic ascii
Imposta il
.Ic tipo
di trasferimento file in
.Tn ASCII .
Questo � il tipo predefinito.
.It Ic bell
Fa in modo che venga attivata una suoneria dopo che ciascun comando di
trasferimento file � stato completato.
.It Ic binary
Imposta il
.Ic tipo
di trasferimento file per supportare il trasferimento di dell'immagine 
binaria.
.It Ic bye
Termina la sessione
.Tn FTP
con il server remoto
ed esce da
.Nm ftp  .
Anche la fine di un file far� terminare la sessione e uscire.
.It Ic case
Cambia il modo di rilevazione delle maiuscole nel nome del file sul 
computer remoto durante i comandi
.Ic mget .
Quando
.Ic case
� on (il predefinito � off), i nomi di file sul computer remoto con tutte 
lettere maiuscole sono scritti nella directory locale con lettere 
minuscole.
.It Ic \&cd Ar remote-directory
Cambia la directory di lavoro sulla macchina remota in
.Ar remote-directory  .
.It Ic cdup
Cambia la directory di lavoro sulla macchina remota in quella di livello 
superiore alla directory di lavoro della macchina remota.
.It Ic chmod Ar mode nome-file
Cambia i permessi del file
.Ar nome-file
sul sistema remoto in
.Ar mode  .
.It Ic close
Termina la sessione
.Tn FTP
con il server remoto, e torna
all'interprete dei comandi.
Tutte le macro definite vengono cancellate.
.It Ic \&cr
Cambia il modo di estrazione del carattere di invio (carriage return) 
durante il recupero dei file di tipo ascii.
I record sono indicati da una sequenza carriage return/linefeed durante il
trasferimento di file ascii.
Quando
.Ic \&cr
� on (la condizione predefinita), i caratteri invio sono estratti da 
questa sequenza per conformarsi al delimitatore di record
.Ux
che usa un singolo linefeed.
I record su sistemi remoti
.Pf non\- Ns Ux
potrebbero contenere linefeed;
quando viene effettuato un trasferimento di file ascii questi linefeed 
possono essere distinti da un delimitatore di record solo quando
.Ic \&cr
� off.
.It Ic delete Ar file-remoto
Cancella il file
.Ar file-remoto
sulla macchina remota.
.It Ic debug Op Ar valore-debug
cambia il modo di debug.
Se viene specificato un
.Ar valore-debug
opzionale esso � usato per impostare il livello di debugging.
Quando il debugging � on
.Nm ftp
stampa ciascun comando inviato alla macchina remota, preceduto
dalla stringa
.Ql \-\->
.It Xo
.Ic dir
.Op Ar directory-remota
.Op Ar file-locale
.Xc
Stampa il contenuto della directory
.Ar directory-remota  ,
e, opzionalmente, mette l'output in
.Ar file-locale .
Se il prompt interattivo � on,
.Nm ftp
chieder� all'utente di verificare che l'ultimo argomento sia davvero
il file locale destinato a ricevere l'output di
.Ic dir .
Se non � specificata alcuna directory, � usata la directory di lavoro 
corrente sulla macchina remota.
Se non � specificato alcun file locale, o
.Ar file-locale
.Fl  ,
l'output va al terminale.
.It Ic disconnect
Un sinonimo per
.Ar close  .
.It Ic form Ar formato
Imposta il trasferimento file
.Ic form
a
.Ar formato  .
Il formato predefinito � \*(Lqfile\*(Rq.
.It Ic get Ar file-remoto Op Ar file-locale
Recupera il
.Ar file-remoto
e lo memorizza sulla macchina locale.
Se il nome del file locale
non � specificato, gli viene dato lo stesso nome
che ha sulla macchina remota, soggetto a
alterazione dalle impostazioni correnti di
.Ic maiuscole  ,
.Ic ntrans ,
e
.Ic nmap .
Le impostazioni correnti per
.Ic tipo  ,
.Ic formato ,
.Ic modo  ,
e
.Ic struttura
sono usate durante il trasferimento del file.
.It Ic glob
Cambia l'espansione del nome file per
.Ic mdelete  ,
.Ic mget
e
.Ic mput  .
Se il globbing � disattivato con
.Ic glob  ,
gli argomenti del nome del file
sono presi letteralmente e non espansi.
Il globbing per
.Ic mput
� fatto come in
.Xr csh 1 .
Per
.Ic mdelete
e
.Ic mget  ,
ciascun nome di file remoto � espanso separatamente
sulla maccina remota e gli elenchi non vengono uniti.
L'espansione di un nome directory probabilmente sar�
differente dall'espansione del nome di un file ordinario:
il risultato esatto dipende dal sistema operativo remoto e dal server ftp,
e pu� venire prevista digitando
.Ql mls file-remoti \-
Nota:
.Ic mget
e
.Ic mput
non sono fatti per trasferire
interi sottoalberi di directory di file.
Questo pu� essere fatto
trasferendo un archivio
.Xr tar 1
del sottoalbero (in modo binario).
.It Ic hash Op Ar dimensione
Cambia la stampa del carattere hash (``#'') per ciascun blocco dati
trasferito.
Opzionalmente pu� essere specificata la
.Ar dimensione
di un blocco dati. Se non viene data, il valore predefinito � 1024 byte.
.It Ic help Op Ar comando
Stampa un messaggio informativo sul significato del
.Ar comando .
Se non viene dato alcun argomento,
.Nm ftp
stampa un elenco dei comandi noti.
.It Ic idle Op Ar secondi
Imposta il timer dell'inattivit� sul server remoto in
.Ar secondi
secondi.
Se
.Ar secondi
viene omesso, viene stampato il timer corrente di inattivit�.
.It Ic lcd Op Ar directory
Cambia la directory di lavoro sulla macchina locale.
Se non viene specificata alcuna
.Ar directory
viene usata la home directory dell'utente.
.It Xo
.Ic \&ls
.Op Ar directory-remota
.Op Ar file-locale
.Xc
Stampa un elenco dei contenuti di una
directory sulla macchina remota.
L'elenco include qualunque informazione dipendente dal sistema che il
server sceglie di includere; per esempio, la maggior parte dei sistemi
.Ux
produrr� output dal comando
.Ql ls \-l .
(Vedere anche
.Ic nlist . )
Se
.Ar directory-remota
non viene specificata viene usata la directory di lavoro corrente.
Se il prompt interattivo � attivo,
.Nm ftp
chieder� all'utente di verificare che l'ultimo argomento sia davvero
il file locale destinato a ricevere l'output di
.Ic \&ls .
se non viene specificato alcun file locale, o se
.Ar file-locale
.Sq Fl ,
l'output � inviato al terminale.
.It Ic macdef Ar nome-macro
Definisce una macro.
Le linee successive sono memorizzate come macro
.Ar nome-macro  ;
una linea null (caratteri newline consecutivi in un file o
caratteri invio dal terminale) termina il modo inserimento macro.
C'� un limite di 16 macro e 4096 caratteri totali in tutte le macro 
definite.
Le macro rimangono definite fino a quando viene eseguito un comando
.Ic close .
Il processore macro interpreta `$' e `\e' come caratteri speciali.
Un `$' seguito da un numero (o numberi) � sostituito dal corrispondente
argomento sull'invocazione della macro nella linea di comando.
Un `$' seguito da un `i' segnala al processore macro che l'esecuzione
della macro deve venire ripetuta.
Al primo passaggio `$i' �
sostituita dal primo argomento sull'invocazione della macro nella linea 
di comando, al secondo passaggio � sostituita dal secondo argomento, e 
cos� via.
Una `\e' seguita da qualunque carattere � sostituita da quel carattere.
Usare la `\e' per impedire il trattamento speciale di `$'.
.It Ic mdelete Op Ar file-remoti
Cancella i
.Ar file-remoti
sulla macchina remota.
.It Ic mdir Ar file-remoti file-locale
Come
.Ic dir  ,
tranne che possono essere specificati pi� file remoti.
Se il prompt interattivo � attivo,
.Nm ftp
chieder� all'utente di verificare che l'ultimo argomento sia davvero
il file locale destinato a ricevere l'output di
.Ic mdir .
.It Ic mget Ar file-remoti
Espande i
.Ar file-remoti
sulla macchina remota ed esegue un
.Ic get
per ciascun nome file che viene prodotto.
Vedere
.Ic glob
per maggiori dettagli sull'espansione dei nomi di file.
I nomi di file risultanti verranno quindi processati in accordo con le 
impostazioni
.Ic case  ,
.Ic ntrans ,
e
.Ic nmap .
I file sono trasferiti nella directory di lavoro locale,
che pu� essere cambiata con
.Ql lcd directory ;
nuove directory locali popssono essere create con
.Ql "\&! mkdir directory" .
.It Ic mkdir Ar nome-directory
Crea una directory sulla macchina remota.
.It Ic mls Ar file-remoti file-locale
Come
.Ic nlist  ,
con la differenza che possono essere specificati pi� file remoti,
e che il
.Ar file-locale
deve essere specificato.
Se il prompt interattivo � attivato
.Nm ftp
chieder� all'utente di verificare che l'ultimo argomento sia veramente il
file locale di destinazione che deve ricevere l'output di
.Ic mls .
.It Ic mode Op Ar nome-modo
Imposta il
.Ic mode
del trasferimento file su
.Ar nome-modo  .
Il modo predefinito � \*(Lqstream\*(Rq mode.
.It Ic modtime Ar nome-file
Mostra l'ultima ora di modifica del file sulla macchina remota.
.It Ic mput Ar file-locali
Espande i caratteri jolly nell'elenco di file locali dati come argomenti
ed esegue un
.Ic put
per ciascun file nell'elenco risultante.
Vedere
.Ic glob
per i dettagli sull'espansione dei nomi di file.
I nomi di file risultanti verranno quindi processati in accordo con le 
impostazioni
.Ic ntrans
e
.Ic nmap .
.It Ic newer Ar nome-file
Preleva il file solo se la data di modifica del file remoto � pi�
recente di quella del file sul sistema corrente.
Se il file non esiste sul sistema corrente
il file remoto � considerato
.Ic newer  .
Altrimenti questo comando � identico a
.Ar get  .
.It Xo
.Ic nlist
.Op Ar directory-remota
.Op Ar file-locale
.Xc
Stampa un elenco dei file in una
directory sulla macchina remota.
Se
.Ar directory-remota
non viene specificata, viene usata la directory di lavoro corrente.
Se il prompt interattivo � attivato
.Nm ftp
chieder� all'utente di verificare che l'ultimo argomento sia veramente il
file locale di destinazione che deve ricevere l'output di
.Ic nlist .
Se non viene specificato alcun file locale, o se
.Ar file-locale
.Fl  ,
l'output � inviato al terminale.
.It Ic nmap Op Ar inpattern outpattern
Attiva o disattiva il meccanismo di mappatura del nome file.
Se non viene specificato alcun argomento il meccanismo di mapatura del 
nome file viene disattivato.
Se vengono specificati degli argomenti i nomi di file remoti sono mappati
durante i comandi
.Ic mput
e i comandi
.Ic put
dati senza aver specificato alcun nome di file remoto di destinazione.
Se vengono specificati degli argomenti li nomi di file locali sono 
mappati durante i comandi
.Ic mget
e
.Ic get
dati senza aver specificato alcun nome di file remoto di destinazione.
Questo comando � utile quando ci si connette a un computer remoto
.No non\- Ns Ux
con differenti convenzioni o pratiche sui nomi di file.
La mappatura segue lo schema impostato da
.Ar inpattern
e
.Ar outpattern  .
.Op Ar Inpattern
� un modello per i nomi di file in ingresso (che potrebbero essere gi� 
stati processati in accordo con le impostazioni
.Ic ntrans
e
.Ic case ).
Il template delle variabili � ottenuto includendo le
sequanze `$1', `$2', ..., `$9' in
.Ar inpattern  .
Usare `\\' per impedire questo speciale trattamento del carattere `$'.
Tutti gli altri caratteri sono trattati letteralmente, e sono usati per
determinare i valori delle variabili
.Ic nmap
.Op Ar inpattern .
Per esempio, dato
.Ar inpattern
$1.$2 e il nome del file remoto "mydata.data", $1 avrebbe il valore
"mydata", e $2 avrebbe il valore "data".
.Ar outpattern
determina i nomi di file mappati risultanti.
Le sequenze `$1', `$2', ...., `$9' sono sostituite da qualunque valore
risultante dal modello
.Ar inpattern .
La sequenza `$0' � sostituita dal nome di file originale.
Inoltre, la sequenza
.Ql Op Ar seq1 , Ar seq2
� sostituita da
.Op Ar seq1
se
.Ar seq1
non � una stringa null; altrimenti � sostituita da
.Ar seq2 .
Per esempio, il comando
.Pp
.Bd -literal -offset indent -compact
nmap $1.$2.$3 [$1,$2].[$2,file]
.Ed
.Pp
produrr� in uscita il nome di file
"myfile.data" per i nomi di file di input "myfile.data", e
"myfile.data.old", "myfile.file" per i nomi di file di input "myfile", e
"myfile.myfile" per i nomi di file di input ".myfile".
In
.Ar outpattern  ,
possono essere inclusi degli spazi, come nell'esempio: `nmap $1 sed "s/  *$//" > $1' .
Usare il carattere `\e' per impedire il trattamento speciale
dei caratteri `$','[','[', e `,'.
.It Ic ntrans Op Ar inchars Op Ar outchars
Attiva o disattiva il meccanismo di traduzione caratteri del nome file.
Se non viene specificato alcun argomento il meccanismo di traduzione
caratteri del nome file viene disattivato.
Se vengono specificati degli argomenti i caratteri nei nomi di file
remoti sono tradotti durante i comandi
.Ic mput
e
.Ic put
inseriti senza aver specificato un nome di file remoto di destinazione.
Se vengono specificati degli argomenti, i caratteri nei nomi
di file locali vengono tradotti durante i comandi
.Ic mget
e
.Ic get
inseriti senza aver specificato un nome di file locale di destinazione.
Questo comando � utila quando ci si connette a un computer remoto
.No non\- Ns Ux
con convenzioni o pratiche differenti sui nomi di file.
I caratteri in un nome di file che corrispondano a un carattere in
.Ar inchars
sono sostituiti con il corrispondente carattere in
.Ar outchars  .
Se la posizione del carattere in
.Ar inchars
� oltre la lunghezza di
.Ar outchars  ,
il carattere � cancellato dal nome del file.
.It Ic open Ar host Op Ar port
Stabilisce una connessione al server
.Ar host
.Tn FTP
specificato.
Pu� essere fornito un numero di porta opzionale, nel qual caso,
.Nm ftp
tenter� di contattare un server
.Tn FTP
a quella porta.
Se l'opzione
.Ic auto-login
� on (default),
.Nm ftp
tenter� anche di fare il log automaticamente dell'utente al server
.Tn FTP
(vedere sotto).
.It Ic passive
Commuta sulla modalit� passiva. Se il modo passivo � attivato
(default � off), il client ftp invier� un comando
.Dv PASV
per tutte le connessioni dati invece del solito comando
.Dv PORT .
Il comando
.Dv PASV
richiede che il server remoto apra una porta per la connessione dati
e restituisca l'indirizzo di tale porta. Il server remoto rimane in 
ascolto su questa porta e il client si connette ad essa. Quando si usa il 
pi� tradizionale comando
.Dv PORT
il client rimane in ascolto su una porta e invia quell'indirizzo al 
server remoto, che si connette ad essa. Il modo passivo � utila quando si 
usa
.Nm ftp
attraverso un router gateway o un host che controlla la direzionalit� del 
traffico.
(Notare che sebbene i server ftp debbano supportare il comando
.Dv PASV
secondo RFC 1123, alcuni non lo fanno).
.It Ic prompt
Attiva il prompt interattivo.
Il prompt interattivo avviene durante trasferimenti di file multipli per 
permettere all'utente di individuare selettivamente o archiviare i file.
Se il prompt � disattivato (default � on), qualunque comando
.Ic mget
o
.Ic mput
trasferir� tutti i file, e qualunque comando
.Ic mdelete
canceller� tutti i file.
.It Ic proxy Ar ftp-command
Esegue un comando ftp su una connessione di controllo secondaria.
Questo comando permette la connessione simultanea a due server ftp
remoti per trasferire file tra i due server.
Il primo comando
.Ic proxy
deve essere un
.Ic open  ,
per stabilire la connessione di controllo secondaria.
Inserire il comando "proxy ?" per vedere altri comandi ftp eseguibili 
sulla connessione secondaria.
I seguenti comandi agiscono diversamente quando preceduti da
.Ic proxy  :
.Ic open
non definir� nuove macro durante il processo di auto-login,
.Ic close
non canceller� le definizioni di macro esistenti,
.Ic get
e
.Ic mget
trasferiscono file dall'host sulla connessione di controllo primaria
all'host sulla connessione di controllo secondaria, e
.Ic put  ,
.Ic mput ,
e
.Ic append
trasferiscono file dall'host sulla connessione di controllo secondaria
all'host sulla connessione di controllo primaria.
I trasferimenti di file di terze parti dipendono dal supporto del comando
.Dv PASV
del protocollo ftp da parte del server sulla connessione di controllo 
secondaria.
.It Ic put Ar file-locale Op Ar file-remoto
Archivia un file locale sulla macchina remota.
Se
.Ar file-remoto
non viene specificato viene usato il nome del file locale,
dopo un processamento in accordo con eventuali impostazioni
.Ic ntrans
o
.Ic nmap
nel nome del file remoto.
Il trasferimento file usa le impostazioni correnti
per
.Ic tipo  ,
.Ic formato ,
.Ic modo  ,
e
.Ic struttura  .
.It Ic pwd
Stampa il nome della directory di lavoro corrente sulla macchina remota.
.It Ic quit
Un sinonimo per
.Ic bye  .
.It Ic quote Ar arg1 arg2 ...
Gli argomenti specificati vengono inviati alla lettera al server
.Tn FTP
remoto.
.It Ic recv Ar file-remoto Op Ar file-locale
Un sinonimo di get.
.It Ic reget Ar file-remoto Op Ar file-locale
Reget agisce come get, con la differenza che
.Ar file-locale
esiste ed � pi� piccolo di
.Ar file-remoto  ,
.Ar file-locale
si presume che sia una copia
trasferita parzialmente di
.Ar file-remoto
e il trasferimento � continuato dal punto di interruzione apparente.
Questo comando � utile quando si trasferiscono file molto grandi su
reti soggette a interruzioni delle connessioni.
.It Ic remotehelp Op Ar nome-comando
Richiede al server
.Tn FTP
remoto.
Se viene specificato un
.Ar nome-comando
anche esso viene fornito al server.
.It Ic remotestatus Op Ar nome-file
Senza argomenti mostra lo stato della macchina remota.
Se viene specificato
.Ar nome-file
mostra lo stato di
.Ar nome-file
sulla macchina remota.
.It Xo
.Ic rename
.Op Ar da
.Op Ar a
.Xc
Rinomina il file
.Ar da
sulla macchina remota, al file
.Ar a  .
.It Ic reset
Cancella la coda di replica.
Questo comando ri-sincronizza la sequenza command/reply con il server
ftp remoto.
La ri-sincronizzazione pu� essere necessaria in seguito a una violazione 
del protocollo ftp da parte del server remoto.
.It Ic restart Ar marker
Riavvia gli immediatamente successivi
.Ic get
o
.Ic put
al
.Ar marker
indicato.
Su sistemi
.Ux
marker � normalmente un byte
offset nel file.
.It Ic rmdir Ar nome-directory
Cancella una directory sulla macchina remota.
.It Ic runique
Fa archiviare i file sul sistema locale con nomi di file unici.
Se un file esiste gi� con un nome uguale a quello del file locale di 
destinazione per un comando
.Ic get
o
.Ic mget
al nome viene aggiunto un ".1".
Se il nome risultante corrisponde ad un altro file esistente,
al nome originale viene aggiunto un ".2".
Se questo processo continua fino a ".99" viene stampato un messaggio di 
errore, e il trasferimento non avviene.
Il nome di file unico generato verr� riportato.
Notare che
.Ic runique
non influenzer� i nomi di file localil generati tramite un comoando shell
(vedere sotto).
Il valore predefinito � off.
.It Ic send Ar file-locale Op Ar file-remoto
Un sinonimo per put.
.It Ic sendport
Cambia l'uso dei comandi
.Dv PORT .
Per default
.Nm ftp
tenter� di usare un comando
.Dv PORT
quando stabilisce una connessione per ciascun trasferimento dati.
L'uso dei comandi
.Dv PORT
pu� prevenire ritardi quando si eseguono trasferimenti multipli di file.
Se il comando
.Dv PORT
fallisce,
.Nm ftp
user� la porta dati predefinita.
Quando l'uso dei comandi
.Dv PORT
� disabilitato, non verr� fatto nessun tentativo di usare comandi
.Dv PORT
per ciascun trasferimento dati.
Questo � utile per certe implementazioni
.Tn FTP
che ignorano i comandi
.Dv PORT
ma, scorrettamente, indicano che sno stati accettati.
.It Ic site Ar arg1 arg2 ...
Gli argomenti specificati sono inviati, letteralmente, al server
.Tn FTP
remoto come comando
.Dv SITE .
.It Ic size Ar nome-file
Restituisce la dimensione del
.Ar nome-file
sulla macchina remota.
.It Ic status
Mostra lo stato corrente di
.Nm ftp  .
.It Ic struct Op Ar nome-struttura
Imposta la
.Ar struttura
del trasferimento file a
.Ar nome-struttura .
By default \*(Lqstream\*(Rq structure is used.
.It Ic sunique
Attiva l'archiviazione dei file sulla macchina remota sotto nomi di file
unici.
Il ftp remoto deve supportare il comando
.Dv STOU
del protocollo ftp per un completamento valido.
Il server remoto riporter� il nome unico.
Il valore predefinito � off.
.It Ic system
Mostra il tipo di sistema operativo funzionante sulla macchina remota.
.It Ic tenex
Imposta il tipo di trasferimento fil a quello necessario per
parlare a macchine
.Tn TENEX .
.It Ic trace
Attiva il tracciamento dei pacchetti.
.It Ic type Op Ar nome-tipo
Imposta il parametro
.Ic type
di trasferimento file in
.Ar nome-tipo  .
Se non � specificato alcun tipo, � stampato il tipo corrente.
Il tipo predefinito � network
.Tn ASCII .
.It Ic umask Op Ar newmask
Imposta la umask predefinita sul server remoto in
.Ar newmask  .
Se
.Ar newmask
� omessa viene stampata la umask corrente.
.It Xo
.Ic user Ar nome-utente
.Op Ar password
.Op Ar account
.Xc
Identifica se stessi sul server
.Tn FTP
remoto.
Se la
.Ar password
non � specificata e il server la richiede,
.Nm ftp
la cieder� all'utente (dopo aver disabilitato l'echo locale).
Se non � specificato alcun campo
.Ar account
e il server
.Tn FTP
lo richiede, verr� chiesto all'utente.
Se � specificato un campo
.Ar account
un comando account verr� fornito al server remoto dopo che la sequenza di 
login � completata se il server remoto non ha richiesto il login.
A meno che
.Nm ftp
sia invocato con \*(Lqauto-login\*(Rq disabilitato, questo
processo � fatto automaticamente alla connessione iniziale al server
.Tn FTP .
.It Ic verbose
Attiva il modo verbose.
Nel modo verbose, tutte le risposte dal server
.Tn FTP
sono mostrate all'utente.
In aggiunta se verbose � attivo, quando un trasferimento di file viene 
completato vengono riportate statistiche riguardanti l'efficienza del 
trasferimento.
Per default, verbose � attivo.
.It Ic ? Op Ar comando
Un sinonimo per help.
.El
.Pp
Gli argomenti del comando che contengono spazi possono essere 
virgolettati con virgolette di tipo `"'.
.Sh ABORTIRE UN TRASFERIMENTO DI FILE
Per abortire un trasferimento file usare il tasto di interruzione del 
terminale (solitamente Ctrl-C).
I trasferimenti in invio verranno immediatamente arrestati.
I trasferimenti in ricezione verranno arrestati inviando un comando del 
protocollo ftp
.Dv ABOR
al server remoto, e scartando ogni ulteriore dato ricevuto.
La velocit� con cui questo viene ottenuto dipende dal supporto del server 
remoto per il processamento di
.Dv ABOR .
Se il server remoto non supporta il comando
.Dv ABOR
il prompt
.Ql ftp>
non apparir� fino a quando il server remoto ha completato l'invio del
file richiesto.
.Pp
La sequenza di tasti di interruzione del terminale verr� ignorata quando
.Nm ftp
ha completato un qualunque processamento locale ed � in attesa di una 
risposta dal server remoto.
Il processo ABOR descritto sopra, o anche comportamenti inattesi del
server remoto, incluse violazioni del protocollo ftp, possono causare un 
forte rallentamento in questa modlit�.
Se il rallentamento � il risultato di un comportamento inatteso del 
server remoto, il programma
.Nm ftp
locale deve essere terminato manualmente.
.Sh CONVENZIONI SUL NOME DEI FILE
I file specificati come argomenti nei comandi
.Nm ftp
sono profcessati in accordo alle seguenti regole.
.Bl -enum
.It
Se � specificato il nome file
.Sq Fl
� usato
.Ar stdin
(per leggere) o
.Ar stdout
(per scrivere).
.It
Se il primo carattere del nome del file �
.Sq \&| ,
il resto dell'argomento � interpretato come comando shell.
.Nm Ftp
aper quindi una nuova shell, usando
.Xr popen 3
con l'argomento fornito, e legge (scrive) dall'stdout
(stdin).
Se il comando shell include spazi, l'argomento deve essere
virgolettato; es.
\*(Lq" ls -lt"\*(Rq.
Un esempio particolarmente utile di questo meccanismo �:
\*(Lqdir more\*(Rq.
.It
Se falliscono i controlli precedenti, se il ``globbing'' � abilitato,
i nomi dei file locali sono espansi secondo le regole usati in
.Xr csh  1  ;
vedere il comando
.Ic glob .
se il comando
.Nm ftp
aspetta un singolo file locale (es.
.Ic put  ) ,
� usato solo il primo nome di file generato dall'operazione di "globbing".
.It
Per i comandi
.Ic mget
e
.Ic get
con i nomi dei file locali non specificati, il nome file locale �
il nome del file remoto, che pu� venire alterato da un'impostazione
.Ic case  ,
.Ic ntrans ,
o
.Ic nmap .
Il nome file risultante pu� quindi essere alterato se
.Ic runique
� attivo.
.It
Per i comandi
.Ic mput
e
.Ic put
con i nomi dei file remoti non specificati, il nome file remoto �
il nome del file locale, che pu� venire alterato da un'impostazione
.Ic ntrans
o
.Ic nmap .
Il nome file risultante pu� quindi essere alterato se
.Ic sunique
� attivo.
.El
.Sh PARAMETRI DI TRASFERIMENTO FILE
La specifica di FTP specifica molti parametri che possono impattare
su un trasferimento file.
Il
.Ic tipo
pu� essere uno tra \*(Lqascii\*(Rq, \*(Lqimage\*(Rq (binary),
\*(Lqebcdic\*(Rq, and \*(Lqlocal byte size\*(Rq (di solito per
.Tn PDP Ns -10's
e
.Tn PDP Ns -20's
).
.Nm Ftp
supporta i tipi di trasferimento file ascii e image,
pi� una dimensione del byte locale di 8 per i modi di trasferimento
.Ic tenex .
.Pp
.Nm Ftp
supporta solo i valori predefiniti per i parametri di trasferimento file 
rimanenti:
.Ic mode  ,
.Ic form ,
e
.Ic struct  .
.Sh IL FILE .netrc
Il file
.Pa .netrc
contiene informazioni di login e inizializzazione usate dal
processo di auto-login.
Esso risiede nella home directory dell'utente.
Vengono riconosciuti i seguenti token; essi devono essere separati da 
spazi, tabulazioni, o new-line:
.Bl -tag -width password
.It Ic machine Ar name
Identifica il
.Ar nome
di una macchina remota.
Il processo di auto-login cerca nel file
.Pa .netrc
un token
.Ic machine
che corrisponda alla macchina remota specificata nella linea di comando
.Nm ftp
o come un argomento del comando
.Ic open .
Quando viene trovata la corrispondenza i successivi token
.Pa .netrc
sono processati,
arrestandosi quando viene raggiunta la fine del file o viene incontrata 
un altra
.Ic macchina
o un token
.Ic default .
.It Ic default
Questo � la stessa cosa di
.Ic machine
.Ar name
con la differenza che
.Ic default
corrisponde a qualunque nome.
Pu� esserci solo un token
.Ic default, 
e deve essere dopo tutti i token
.Ic machine .
Questo di solito � usato come:
.Pp
.Dl default login anonymous password user@site
.Pp
dando cos� all'utente un login ftp anonimo
.Ar automatico
alle maccine non specificate in
.Pa .netrc .
Questo pu� essere sovrascritto usando il flag
.Fl n
per disabilitare l'auto-login.
.It Ic login Ar nome
Identifica un utente swulla macchina remota.
Se questo token � presente, il processo di auto-login inizier� un login
usando il
.Ar nome
specificato.
.It Ic password Ar string
Fornisce una password.
Se questo token � presente, il processo di auto-login fornir� la stringa
specificata se il server remoto richiede una password come parte
del processo di login.
Notare che se questo token � presente nel file
.Pa .netrc
per qualunque utente che non sia
.Ar anonymous  ,
.Nm ftp
abortir� il processo di auto-login se
.Pa .netrc
non � leggibile da nessuno a parte l'utente.
.It Ic account Ar string
Fornisce una password addizionale per l'account.
Se questo token � presente, il processo di auto-login fornir� la
stringa specificata se il server remoto richiede una password aggiuntiva
per l'account, o il processo di auto-login inizier� un comando
.Dv ACCT
se non lo fa.
.It Ic macdef Ar nome
Definisce una macro.
Questo token funziona come le funzioni dei comandi
.Nm ftp
.Ic macdef .
Una macro � definita con il nome specificato; il suo contenuto inizia con
la successiva linea di
.Pa .netrc
e continua fino a quando incontra una linea null (caratteri new-line
consecutivi).
Se � definita una macro chiamata
.Ic init
essa � automaticamente eseguita come ultimo passo nel processo di
auto-login.
.El
.Sh AMBIENTE
.Nm Ftp
utilizza le seguenti variabili d'ambiente.
.Bl -tag -width Fl
.It Ev HOME
Locazione predefinita di un file
.Pa .netrc
se ne esiste uno.
.It Ev SHELL
Shell predefinita.
.El
.Sh VEDERE ANCHE
.Xr ftpd 8
.Sh STORIA
Il comando
.Nm ftp
� apparso in
.Bx 4.2 .
.Sh BACHI
La corretta esecuzione di molti comandi dipende dall'ambiente appropriato
del server remoto.
.Pp
E' stato corretto un errore nel trattamento dei caratteri di invio
nel codice del trasferimento in modo ascii in
.Bx 4.2
Questa correzione pu� comportare trasferimenti scorretti di file binari
da e verso server
.Bx 4.2
usando il tipo ascii.
Evitare questo problema usando il tipo immagine binaria.